Crea sito

LA VECCHINA DELL' ACETO

ENGLISH TEXT

Scorrere in basso per il testo italiano

La Vecchina dell'Aceto (The Old Lady of Vinegar), also known as DJ Vequine, is one of the guest stars of the Facebook Group "Libri Stellari". She is a nice grandmother, in charge of the engine room of the spaceship Sorella Stellare (Star Sister); she invented the warp drive propulsion system and got many honours in a large part of the universe.

La Vecchina is also a writer: her tale "In viaggio con lo scheletro" ("Travelling with a skeleton") is included in Post Tenebras. I racconti del cimitero ("Post Tenebras. Tales of the Cemetery") and appears in the novel La Guardiana del Cimitero ("The Guardian of the Cemetery") by Fabien de La Noisette; "Divina Sentenza" ("Divine Sentence") is included in 77 Fiabe Buffe ("77 Funny Fairy Tales"); "Awara Alwater" was published in 50 Sfumature di Alieno ("50 Shades of Alien"); the famous Vademecum di Magie Acetiche ("Handbook of Magic Vinegars") can be consulted at Florence National Library, the Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze.

In the year 2016 she started a career as a singer and a remixer. Her songs appear in Fratelli Stellari's albums:

"Post Tenebras Remix"  -  "Planet X"

"Back to Planet X Mix"  -  "DJ Vequine Alien Mix"

Listen for free on Spotify

Visit her Facebook Page

TESTO ITALIANO

La Vecchina dell’Aceto è una delle Guest Stars di “Libri Stellari”, insieme a Mauna Ki e Joseph de Suces. Fata benefica, appare nelle sembianze di una dolce nonnina, ma si vocifera che sia invece una bella ragazza. Oltre che fata è ingegnera, responsabile della sala motori della nostra astronave, la Sorella Stellare. Dopo lunghe ricerche ha inventato il motore a curvatura, ottenendo elogi in tutto l’universo conosciuto. La somma autorità della nostra costellazione, cioè Sua Grazia Serenissima Vyko Mandho, Caporione di Orione, ha insignito la Vecchina con la medaglia al valore del Razzo Alato, quello che ancor prima di partire è già arrivato. Sempre impegnata tra alambicchi, pozioni e fermentazioni, la fata in questione utilizza vari tipi di aceti per creare rimedi e incantesimi.

Visitate la sua Pagina Facebook: I Consigli della Vecchina dell'Aceto

La Vecchina è anche scrittrice: il racconto "In viaggio con lo scheletro" è incluso in Post Tenebras. I racconti del cimitero e viene riportato, in versione integrale, nel romanzo di Fabien de La Noisette dal titolo La Guardiana del Cimitero; "Divina Sentenza" fa parte di 77 Fiabe Buffe; "Awara Alwater" appare in 50 Sfumature di Alieno; il famoso Vademecum di Magie Acetiche può essere consultato alla Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze.

Un altro talento, sapientemente messo a frutto, è quello di cantante e autrice di remix. Le canzoni della Vecchina appaiono negli album dei Fratelli Stellari:

"Post Tenebras Remix"  -  "Planet X"

"Back to Planet X Mix"  -  "DJ Vequine Alien Mix"

Ascolto gratuito su Spotify

Potete contattarla attraverso la sua Pagina Facebook; oppure servitevi della mail indicata qui nel sito alla pagina Contatti.

 

La Vecchina giunse su Caronte, il satellite di Plutone, molto prima della sonda New Horizons: ciò grazie al motore a curvatura da lei inventato. Disegno di Elisa Ciucci.

Leggete l'avventura della Vecchina nel racconto di Joseph de Suces, incluso nel volume 50 Sfumature di Alieno. Ecco l'incipit:

La nascita del motore a curvatura

Come sappiamo i Fratelli Stellari si sono imbattuti in varie avventure e hanno percorso enormi distanze siderali, impensabili da colmare fino a qualche anno fa.

Gli esperti finora avevano ipotizzato che servisse un’enorme quantità di energia per raggiungere la velocità di curvatura, e ciò si poteva ottenere solo con il reattore materia/antimateria, attraverso una reazione regolata da cristalli speciali.

La Vecchina dell’Aceto, presidentessa dei laboratori di propulsione per il Progetto Sorella Stellare, stava sperimentando nella Galleria della Tramontana alcune tecnologie biodinamiche a smaltimento rapido, quando, seguendo la teoria degli Antichi Astronauti, decise di provare con qualcos’altro. Mescolò due potenti sostanze, aglio e aceto, con il prezzemolo (che si trova sempre dappertutto), e aggiunse un pizzico di sale con la zucca (non il sale in zucca)... Poi assaggiò la miscela brodosa e, con forti dolori di pancia, si ritrovò piegata in due in una zona sconosciuta dello spazio, mentre espelleva i propri materiali di scarto come si farebbe alla toilette...

La Vecchina dell'Aceto vive in una casa sull’albero, nel bosco sacro della Cianferona, situato in un’imprecisata zona della Toscana. La dolce fatina si è ispirata, per il suo look, alla maga Alcina dell’Orlando Furioso di Ariosto: mentre tale maga era brutta e vecchia e appariva bella mediante artifici, la Vecchina è in realtà giovane, leggiadra, ma preferisce mostrarsi orrenda per non essere importunata da fastidiosi corteggiatori.

 

 

“Che ha costei che t’hai fatto regina, / che non abbian mill’altre meretrici? / Costei che di tant’altri è concubina, / ch’al fin sai ben s’ella suol far felici. / Ma perché tu conosca chi sia Alcina, / levatone le fraudi e gli artifici, / tien questo annello in dito, e torna ad ella; / ch’aveder ti potrai come sia bella.

Così Ruggier, poi che Melissa fece / ch’a riveder se ne tornò la fata / con quell’annello inanzi a cui non lece, / quando s’ha in dito, usare opra incantata, / ritruova, contra ogni sua stima, invece / de la bella, che dianzi avea lasciata, / donna sì laida, che la terra tutta / né la più vecchia avea né la più brutta.” *

* Ludovico Ariosto, Orlando Furioso, canto VII: Ruggiero nell’isola di Alcina.